img_big
News

“Schiaccianoci” e “Lago dei cigni”: Al Nuovo un Natale a tutta danza

Lo “Schiaccianoci” e “Il lago dei cigni”: è l’essenza del balletto classico ad animare la scena coreografica torinese in questo fine settimana al Teatro Nuovo che, in occasione della 34esima edizione della rassegna “Il Gesto e l’anima”, propone al pubblico due pietre miliari nella storia della danza. Ad interpretare i più famosi e acclamati balletti del XIX secolo musicati da Pëtr Il’iç Cajkovskij e coreografati da Marius Petipa non potevano che esserci nomi prestigiosi come quello della compagnia Balletto di Mosca La Classique e della sua étoile Nadeja Ivanova. Diretta da Elik Melikov, La Classique, considerata una delle migliori compagnie di danza classica a livello europeo, torna così per il ventiduesimo anno in tournée nei principali teatri italiani.
Ad aprire la due giorni torinese in punta di piedi sarà l’affascinante Ivanova protagonista nello “Schiaccianoci”, considerato il balletto natalizio per eccellenza. Il lavoro fu commissionato dal direttore dei Teatri imperiali russi Ivan Aleksandrovic Vsevoložkij e fu composto dal musicista russo tra il 1891 e il 1892.

Come spesso succede per le migliori opere alla prima rappresentazione al Teatro Marijnskij di san Pietroburgo non ebbe successo, ma in seguito la storia derivata dal racconto “Schiaccianoci e il re dei topi” di Erns Theodor Amadeus Hoffman conobbe un crescendo di popolarità, merito in buona parte di Willam Christensen, fondatore del San Francisco Balletiche importò il lavoro negli Stati Uniti nel 1944. E fu proprio nel paese d’oltreoceano, e questa volta grazie alla coreografia di George Balanchine, che il balletto creò una vera e propria tradizione invernale nelle rappresentazioni dell’opera in America.

Per il più romantico dei balletti, invece, “Il lago dei cigni”, in programma domenica sul palco di corso Massimo d’Azeglio, il debutto risale al 1877 al Bolshoi di Mosca. Fu il primo dei tre balletti composti da Cajkovskij. Anche in questo caso la prima rappresentazione deluse critica e pubblico, come le successive 42. Fu solo dopo la morte del compositore che il balletto passò nelle mani di Marius Pepita e l’allestimento del coreografo francese ne decretò il successo. Andato in scena nel 1895 al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo entrò poi di diritto nei repertori dei teatri pietroburghesi e moscoviti.
Lo Schiaccianoci andrà in scena sabato alle ore 21, “Il lago dei Cigni” domenica sempre alle 21.
Per info: 011 6500205; www.vivaticket.it.

Articolo di Luigina Moretti

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo