News

Balangero, la strage continua dell’amianto: 130 vittime tra operai e residenti

Quota cento è stata ampiamente e sfortunatamente superata. Se al numero di coloro che sono nel frattempo deceduti si aggiunge quello di chi ha contratto la malattia, si sfiora ormai la tragica cifra di 130. Centotrenta vittime dell’amianto. Amianto che una volta veniva estratto e lavorato nella cava di Balangero, per anni la più grande d’Europa.

Con le accuse di disastro doloso e omissione dolosa di cautele antinfortunistiche, sono stati intanto iscritti nel registro degli indagati i nomi di due alti dirigenti del gruppo Eternit, lo svizzero Stephan Schmidheiny e il belga Louis De Cartier. Il provvedimento è stato motivato col fatto che la società elvetica fu socia dell’azienda torinese dal 1951 al 1983.

L’articolo completo su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo