img_big
News

Una bomba in largo Marconi: scatta l’allarme terrorismo a Torino

Un ordigno bellico simile a quelli utilizzati dai ribelli afghani è stato trovato ieri in largo Marconi, a due passi dalla stazione della metropolitana. L’intera zona è stata chiusa al traffico e sono intervenuti gli artificieri della polizia e il genio guastatori dell’esercito. La bomba è stata posta in sicurezza e portata in una cava dove oggi sarà fatta brillare. Solo dopo si potrà capire se l’ordigno poteva esplodere.

E’ scattato il protocollo antiterrorismo in vigore dopo l’11 settembre 2001 e gli investigatori della Digos hanno avviato le analisi per indirizzare le indagini sul caso. Non si esclude nessuna pista. Il cessato allarme solo dopo tre ore. La vicenda è stata seguita dal ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri e dal capo della polizia Manganelli in costante contatto telefonico con questore e prefetto.

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 5 dicembre

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo