img_big
News

Torino: notte bianca in ospedale contro l’Aids

L’Ospedale Amedeo di Savoia dell’ASL TO 2, il più attrezzato Presidio Ospedaliero del Piemonte per la cura e l’assistenza dei malati di AIDS, Centro di riferimento regionale per le malattie infettive, lancia “La Notte del Nastro Rosso – maratona per la prevenzione” in occasione della Giornata Mondiale di Lotta contro l’AIDS.

Dalle ore 21 di venerdì 30 novembre 2012 apertura notturna straordinaria degli Ambulatori del Padiglione C Rudigoz, sino alle 6 del mattino successivo, per un accesso in orario informale al counselling infettivologico, al test rapido HIV e ai test per infezioni sessualmente trasmesse.

Con lo slogan “Questa notte … sei sicuro? L’Amedeo di Savoia … Sì!” si mobilitano Medici Infettivologi e Infermieri specializzati, con la collaborazione di numerose Associazioni di volontariato che saranno presenti con punti di accoglienza: Arcobaleno AIDS, Gruppo Abele, Lamelalgiorno, LILA, Piemonte Anlaids, Quore,Torino Pride.

Una no-stop di iniziative non solo sanitarie: alle ore 21.30 Coro Gospel Pop “Gli Amici di Giò” nel padiglione A, open coffee per tutta la serata e interventi di “peer education” sul territorio a cura di un gruppo di Laureandi in Medicina.

“L’orario non convenzionale vuole offrire un’ulteriore opportunità di conoscenza e incontro con i Servizi che il Sistema Sanitario, in particolare l’ASL TO 2, garantisce ai cittadini gratuitamente nell’ambito della prevenzione e diagnosi rapida delle Malattie Infettive, in particolare HIV e Malattie sessualmente trasmissibili – sottolinea la Dott.ssa Maria Teresa Sensale, Direttore dell’Ospedale Amedeo di Savoia – è ormai risaputo che la trasmissione dell’HIV avviene prevalentemente per via sessuale: a questo va aggiunto il dato delle infezioni correlate, quali sifilide, chlamydia e gonorrea, che contribuiscono significativamente alla trasmissioni delle infezioni retro virali.
In questo modo ci auguriamo di raggiungere e informare anche i più giovani sull’importanza della prevenzione”.

“La ricorrenza del 1° dicembre quest’anno è particolarmente densa di significati per l’Amedeo di Savoia – precisa il Direttore Generale ASL TO 2, Dott. Maurizio Dall’Acqua – infatti ricorrono due importanti anniversari, il ventennale del Servizio di Assistenza Domiciliare Specialistica per pazienti HIV, che è stato il primo del genere in Italia, e il primo anniversario dell’offerta anche del test rapido salivare, primo in Piemonte in una struttura pubblica, con apertura anche il sabato dell’ambulatorio dedicato a test e al counselling”.
“Sia pure tra carenze strutturali, derivanti dal fatto che l’Ospedale ha più di cento anni, l’Amedeo di Savoia è un centro di eccellenza dove l’attività ospedaliera e di ricerca si integrano perfettamente – prosegue il Direttore Generale – è dotato di équipe ad alta specializzazione, che alle competenze professionali uniscono una collaudata esperienza nella gestione dei problemi ad elevata criticità sanitaria e sociale e, attraverso l’integrazione dei servizi, assicura al paziente un percorso che dalla prima diagnosi lo accompagna nel trattamento della fase acuta, fino alla regressione o stabilizzazione della patologia”.

Al ventennale dell’Assistenza Domiciliare Specialistica è dedicato il libro “Con Quali Parole – Domiciliarità e Hiv: Vent’Anni, Una Storia” che verrà presentato proprio il 1° dicembre 2012 alle ore 18.15 al Circolo dei Lettori, quale evento conclusivo della grande maratona della prevenzione.

A unire idealmente e concretamente i due eventi, il 1° dicembre saranno la consueta apertura mattutina dell’Ambulatorio Test e la partecipazione degli Infettivologi dell’Amedeo di Savoia all’iniziativa di Arcobaleno AIDS ONLUS in piazza Castello, con un’autoemoteca messa a disposizione dall’AVIS, dove eseguire gratuitamente il test HIV a risposta rapida.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo