Cronaca

Crolla soffitto in una scuola di Cuneo, una 17enne contusa

Paura in una scuola di Cuneo. Dal soffitto, intorno alle 12, è crollato un pezzo d’intonaco in un’aula dell’Istituto “Grandis”, sfiorando una studentessa 17enne, poi subito portata in ospedale per alcuni accertamenti. Studenti e professori sono stati evacuati dall’edificio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco.

“La caduta di un pezzo d’intonaco dal soffitto di un’aula dell’istituto Grandis di Cuneo è l’ennesima tragedia sfiorata in un mondo della scuola alle prese con tagli indiscriminati alla risorse per l’edilizia scolastica”. Lo afferma il presidente dell’Upi e della Provincia di Torino, Antonio Saitta. “Oggi a Cuneo è andata bene e si devono lamentare solo le leggere ferite riportate da una studentessa di 17 anni. – sottolinea Saitta – Ma è ancora troppo viva la memoria della tragedia di Rivoli perché si possa abbassare la guardia. Occorre un intervento del Governo, che sinora non ha risposto concretamente all’appello dell’Unione Province. Lo ribadisco per l’ennesima volta: se non interverranno modifiche ai tagli dei bilanci delle Province imposte dalla Legge di stabilità, nel 2013 il 70% delle Province andrà fuori dal Patto di stabilità e non riuscirà a dare garantire i servizi necessari, a partire dalla scuola e dalla viabilità”.

“Siamo ancora in attesa di una risposta dal Governo, che non può e non deve tardare. – conclude Saitta – Al degrado e all’inevitabile usura degli edifici scolastici non si può ovviare con promesse e dichiarazioni di comprensione delle nostre difficoltà da parte dei Ministri. Abbiamo bisogno di fatti e di impegni concreti, non per il prestigio ed il buon nome di noi amministratori, ma per la sicurezza degli studenti, degli insegnanti e del personale non docente. Ieri la Regione Piemonte ha annunciato stanziamenti importanti per l’edilizia scolastica. Da Roma, per ora, tutto tace”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo