News

La dea bendata a Moncalieri: gioca 10 euro e vince 2 milioni

In poche ore la Fortuna ha baciato la fronte di due giocatori della provincia, che con il “gratta&vinci” e il “10 e lotto” hanno vinto oltre 2milioni di euro di premi, cambiando la loro vita.

A Moncalieri il caso più clamoroso, con un artigiano sulla quarantina che comprando un gratta&vinci  da dieci euro, “Oro e Diamanti”, ha grattato il numero magico “25” e si è aggiudicato 2 milioni di euro, il premio massimo possibile. Il biglietto fortunato è stato comprato in corso Roma 45 nella tabaccheria di Sebastiano Sciascia: «Posso dire che il vincitore è un cliente che solitamente veniva qui in orario di chiusura, comprava qualche gratta&vinci e poi andava via. Abita presumibilmente in zona ed è sicuramente una famiglia che aveva bisogno. Pochi giorni fa il fortunato era venuto qui spiegando che la moglie stava portando in giro dei curriculum per cercare un posto di lavoro. Si può dire che la Dea Bendata ci ha visto particolarmente bene».

Il nuovo biglietto “Oro e Diamanti”, lanciato sul mercato solo lo scorso 3 settembre, mantiene l’invidiabile media di una vincita massima al mese. Nel 2012 i gratta&vinci hanno distribuito, nella sola provincia di Torino, vincite per oltre 173 milioni di euro.  Dall’inizio dell’anno sono già 18 i neo-paperoni che in Piemonte  si sono aggiudicati vincite massime, cioè il premio più alto previsto per ciascun tagliando, per un totale di oltre 22 milioni di euro.

Si fa festa anche a Leinì, dove un fortunato giocatore del “10 e Lotto” ha giocato quattro euro, vincendone 85.106. È stato premiato dalla fortuna scegliendo di giocare con l’estrazione ogni 5 minuti. Dopo aver confrontato in diretta sul monitor della ricevitoria gli 8 numeri giocati con i 20 estratti, ha capito che “qualcosa” era successo dopo aver visto che ne aveva indovinati 8 su 8. La vincita è stata registrata in una ricevitoria in via Bonis 10. Dall’inizio dell’anno “10 e Lotto” ha già già distribuito premi in tutta Italia per oltre un miliardo e 854 milioni di euro.

Massimiliano Rambaldi

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo