img_big
News

Al cinema: Da facebook ai blog: è “Draculamania”

Dopo un lungo periodo lontano dalle sale ritorna finalmente sul grande schermo un’opera di Dario Argento. Esce domani infatti l’attesissimo “Dracula 3D”, primo film del maestro del brivido ad approdare al cinema (a parte il passaggio allo scorso Festival di Cannes) dopo “La terza madre” (2007). Subito dopo era stata la volta di “Giallo”, che però per grosse difficoltà distributive è circolato soltanto in dvd. Si allungano dunque su Torino, città a cui il regista è particolarmente affezionato – tanto da definirla «la mia seconda casa» – le ombre inquietanti dell’ultimo adattamento per il cinema del romanzo di Bram Stoker, per il quale sono in trepidante attesa, ormai da mesi, tutti i fan di Argento e i molti amanti dell’horror. Sui blog si è aperta la caccia all’ultima foto o all’ultima clip inedita da pubblicare, mentre su Facebook critici e semplici appassionati hanno già dato vita ad accesi dibattiti.

C’è chi, fedele all’Argento degli anni Settanta, non si aspetta più nulla e chi invece si dice sicuro che sarà comunque un bel film. Una cosa è certa: Dario Argento continua a non lasciare indifferenti ed è per questo forse che, come spiega lo studioso di cinema Matteo Pollone, «nonostante le recenti delusioni vale comunque la pena di andare a vedere il film». C’è poi anche chi, in occasione del Torino Film Festival è disposto addirittura ad arrivare in città un giorno prima, come Fabiana Proietti, critica cinematografica romana e fan di Argento: «Questo – dichiara la critica – è il mio primo Torino Film Festival e sono particolarmente contenta di poter unire a un programma così ricco anche il nuovo film del maestro.

Non si può amare l’horror e non rendere tributo a Dario, al suo “occhio che uccide”». Per i torinesi poi c’è un motivo in più per vedere il film: “Dracula 3D” infatti è stato girato quasi tutto in Piemonte. «L’idea iniziale – spiega Argento – era quella di effettuare le riprese in Transilvania, ma né lì né in tutto il resto d’Europa abbiamo trovato quello che ci serviva. Poi ho pensato a Torino, che anche questa volta non mi ha deluso». Ma la capitale sabauda è solo una delle tante location scelte dal regista. Il Castello di Dracula si trova difatti a Montalto Dora, mentre il villaggio è stato ricostruito al Ricetto di Candelo. Molte scene sono state poi ambientate nella riserva naturale di Baraggia e infine un vecchio stabilimento Fila è servito come teatro di posa per la ricostruzione degli altri ambienti. E poi, ovviamente, ci sono loro, i protagonisti, più volte annunciati e ora finalmente perfettamente calati nei loro personaggi: Asia Argento, nei panni della bella Lucy, Thomas Kretschmann, che darà il volto al temibile vampiro, il grande Rutger Hauer che interpreterà Van Helsing, la seducente Marta Gastini, vampira di origine alessandrina alla sua prima volta con Argento, e l’attore dei “Ris” Giuseppe Lo Console.

Articolo di Caterina Taricano

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo