img_big
Cronaca

Migliaia di bambini nascono prematuri e mancano i pediatri

Emergenza troppo spesso dimenticata quella delle nascite premature, e lo dice una realtà, quella piemontese, che disegna a chiare lettere una situazione allarmante: mancano i pediatri a fronte di numerosi punti nascita distribuiti sul territorio, la maggior parte dei quali registra – nota dolente – una presenza della figura della guardia pediatrica non in grado di coprire le 24 ore, quando invece ogni istante del giorno deve essere “coperto” per salvare una vita.

La proposta di razionalizzare (e dunque ridurre dove ce n’è bisogno) i punti nascita per poter sfruttare al meglio le risorse esistenti e garantire la presenza della guardia pediatrica 24 ore su 24 nei centri nascita aperti sono le principali richieste dei neonatologi che venerdì, alla vigilia della giornata internazionale del bambino pretermine hanno portato sul tavolo del convengo “Nati prematuri, emergenza dimenticata”.  E i dati parlano chiaro. Ogni anno 45mila bambini nascono prima della 37esima settimana andando incontro a un tasso di mortalità del 15%. Le nascite prima della 37esima settimana sono il 6,9% del totale, pari a circa 40mila l’anno in tutta Italia. Quelle antecedenti alla 30esima settimana sono l’1% circa su 5.500 su 550mila nati complessivi. In Piemonte sono rispettivamente 2.700 e circa 400.

Leggi l’articolo completo su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo