Cronaca

Lanciati 85 missili su Gaza

Terzo giorno di scontri in Medio Oriente. Questa mattina, sono stati esplosi a Gaza circa 85missili, in soli 45 minuti. Due persone sarebbero morte, secondo quanto riferito da fonti di Hamas. Centinaia i feriti. Colpito anche il ministro dell’Interno di Hamas, dove si è sviluppato un incendio. La risposta di Hamas non si è fatta attendere. Un razzo è stato lanciato su Tel Aviv, ma fortunatamente è finito in mare. Anche Gerusalemme è finita nel mirino. Almeno due razzi sono caduti vicino alla Città Santa, tra cui uno in un campo disabitato vicino all’insediamento ebraico di Gush Etzion, in Cisgiordania. Il presidente dell’Autorità nazionale palestinese (Anp), a Ramallah, tende la mano ad Hamas: «È il momento giusto per la riconciliazione». E ancora «Quella di Israele è un’aggressione non solo a Hamas ma a tutto il popolo palestinese». Infine «Andremo comunque all’Onu il 29 novembre per chiedere il passaggio come stato non membro».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo