img_big
News

Giordano: «Io fuori dalla Giunta? Potrebbe essere un’opportunità»

Non è il già celebre “Che fai, mi cacci?” che sancì di fatto la rottura tra Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi e l’uscita del presidente della Camera dal Pdl. Ma le parole sibilline dell’assessore Massimo Giordano, nelle ore in cui in Regione si sta decidendo un rimpasto di Giunta, suonano come una sfida nei confronti del governatore Roberto Cota. Ieri mattina, l’esponente leghista ha usato la diplomazia per rispondere alle voci che lo vorrebbero fuori dall’esecutivo regionale, sacrificato sull’altare della convivenza con gli alleati Pdl e Progett’Azione.

«Decida il presidente – ha risposto ai cronisti – gli assessori della Lega sono tutti a disposizione. Ma per me non è un problema, non c’è da parte mia alcuna azione diplomatica di resistenza. Quello che decide il governatore va bene». In apparenza, consueta disciplina di partito. Poi la pepata precisazione: «Non è detto che questa vicenda debba essere vissuta come una minaccia. Magari è un’opportunità».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo