img_big
Rubriche Tecnologia

LA RECENSIONE – Harry Potter per Kinect (Xbox 360)

In ottobre è uscito Harry Potter per Kinect, sviluppato da Eurocom Entertainment ed edito da Warner Bros Interactive. Si tratta di un nuovo adattamento videoludico per XBox 360 con supporto esclusivo per Kinect, del famoso maghetto inventato dalla scrittrice inglese Joanne Rowling. Il divertimento puro di questo titolo, per chi da sempre sogna di entrare ad Hogwarts, sta nell’avere la possibilitá di vivere in prima persona l’esperienza della Scuola di Magia. Ogni utente che si cimenterá con Harry Potter per Kinect, potrá – prima di addentrarsi nel vivo del gioco – fotografarsi il viso per dare vita ad un avatar – mago o strega – con il proprio aspetto. Ma si potrá anche scegliere di cominciare a giocare con le sembianze del maghetto protagonista.

UNA COMPILATION DI MINI-GIOCHI
Il gameplay è ovviamente incentrato sulle possibilitá offerte dal motion controller di XBox 360 che permette all’utente di partecipare attivamente al gioco, gesticolando per fare incantesimi e pronunciando formule magiche.

Il gioco non è basato propriamente su un’avventura tradizionale bensí su una vera e propria collezione di oltre 30 mini games. E si suddivide in due fasi. Nella prima tutto ruota attorno alla vita e ai personaggi della scuola di magia di Hogwarts mentre nella seconda parte si passa all’azione con la lotta vera e propria contro i Mangiamorte. Con la modalitá Storia ci si addentrerá in tutti ed otto i libri della saga del celebre maghetto, vivendo soltanto i momenti più salienti ed incisivi attraverso i mini giochi, semplici ed immediati, studiati appositamente per un pubblico giovane.

La trama della saga dunque non è ripresa nel dettaglio ma ci si limita a pescare qua e lá i momenti fondamentali. Sebbene non ci sia nel gioco la stessa dovizia di particolari che abbiamo notato nei film – e anche nel libro – c’è da dire che gli eventi principali per lo svolgimento della storia, sono tutti presenti e mano a mano che ci si addentra nei libri, ci si accorge che la magia, nel gioco è un elemento fondamentale.

IL KINECT COME BACCHETTA MAGICA
Nel primo libro lo scopo del giocatore, che potrà scegliere fra due livelli di gioco – baby oppure difficile, che tuttavia si rivelerà essere assolutamente fattibile – , sarà quello di tappare tutte le falle di un cubo di vetro dalle quali esce dell’acqua. E per fare questo potrà usufruire degli incantesimi, tramite la voce o la gestualitá grazie al Kinect che riesce a rilevare bene i movimenti eseguiti dall’utente e le parole pronunciate. “Vingardium leviosa”, che é la formula più nota pronunciata solitamente da Harry Potter, verrà ripetutamente pronunciata anche dal giocatore che la accompagnerá con efficaci movimenti di bacchetta magica perfettamente “interpretata” dal Kinect.

E chi si cimenterà con Harry Potter for Kinect si renderà subito conto di come i movimenti delle braccia vengono rilevati alla perfezione – cosa che non succede con tutti i titoli per Kinect – e di quanto sia semplice e divertente proseguire nel gioco. É possibile giocare a Harry Potter da seduti anche se in piedi è meglio: alla fine del mini-gioco, verranno mostrati i momenti migliori della partita con una serie di slide-show e verrà attribuito un punteggio che sbloccherà le nuove modalità di gioco o di magia. Nei mini-giochi le competizioni dei Quidditch vanno dalla corsa sui carrelli su rotaie alla creazione di pozioni magiche ed, essendo il gioco nato principalmente per i piú piccini, è facile ed è difficile arenarsi. Tra le sfide piú divertenti c’è quello a bordo della Nimbus 2000, quando si deve restare in scia al boccino d’oro nonostante le cariche degli avversari, e provare ad afferrarlo una volta che questo è a portata di mano. E andando avanti con i mini-giochi si sbloccano una serie di altre missioni secondarie che permetteranno ai giocatori di sfidarsi in modalitá competitiva – testa a testa con un amico – o di giocare in modalitá cooperativa con lui, per sconfiggere i nemici.  

GRAFICA E SONORO
L’impatto grafico è positivo sebbene i dettagli siano realizzati in maniera semplicistica, come i volti dei personaggi. Molto buone sono invece le animazioni e gli effetti speciali che rendono l’azione assolutamente realistica e permettono ai giocatori di immedesimarsi nel videgame. Gradevoli sono gli effetti relativi agli incantesimi e ai voli sui Quidditch. Per ció che riguarda il sonoro, il doppiaggio e i testi a schermo sono stati realizzati completamente in italiano ma le voci dei personaggi non sono quelle originali. Bella la colonna sonora.

Harry Potter per Kinect è un gioco Warner Bros pubblicato in esclusiva per Xbox 360.

I VOTI
Multiplayer 8
Grafica 7,5
Sonoro 7,5
Longevitá 7,5
Gameplay 8
Totale: 7,75

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo