img_big
Cronaca

Raggiunto l’accordo sugli esodati

Raggiunta l’intesa tra Parlamento e Tesoro sulla spinosa questione degli esodati, ovvero di quei lavoratori che contrattando l’uscita dall’azienda in base alle vecchie regole pensionistiche e che ora rischiano di rimanere senza lavoro e senza pensione. Il nuovo emendamento presentato prevede la deindicizzazione delle pensioni sei volti superiori al minimo.

Il nuovo meccanismo  prevede che vengano utilizzati gli eventuali risparmi dei 9 miliardi già stanziati per risolvere il problema degli esodati, con una sorta di «autocopertura». Gli eventuali risparmi arriverebbero – secondo le ultime stime – da politiche attive per la reintroduzione sul posto di lavoro. Solo nel caso in cui i risparmi non bastassero si ricorrerebbe alla deindicizzazione delle pensioni più ricche, cioè superiore 3.000 euro, recuperando così una cifra per coprire le eventuali necessità del 2014.

«Il Governo è soddisfatto, è un importante passo avanti che arriva dopo un lavoro intenso», ha dichiarato Martone prima dell’inizio della seduta della Commissione bilancio della Camera, aggiungendo che è stato deciso di destinare tutte le risorse alla risoluzione dei casi specifici più difficili».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo