img_big
News

Trapianto di cuore per errore: Si apre il processo per i tre medici

Davanti ai giudici della Corte d’Assise è iniziato oggi il processo nei confronti dei tre medici – il primario di cardiochirurgia, un assistente e un’anestesista dell’ospedale Molinette – accusati di aver trapiantato un cuore in una paziente per coprire un loro errore. L’accusa è di omicidio preterintenzionale, peculato e frode processuale.

I fatti risalgono al 22marzo 2008, quando una paziente di 67enne, morì in seguito a un’operazione apparentemente di routine, la sostituzione della valvola aortica. Secondo l’accusa i medici avrebbero chiuso per errore l’arteria coronarica sinistra. Per rimediare al terribile errore, avrebbero poi eseguito senza successo altri 5 interventi, tra cui il trapianto di cuore.

Oggi si è tenuta l’audizione dei primi testimoni, volta alla ricostruzione dell’accaduto. Un caso che potrebbe fare scuola, per la prima volta infatti viene contestato il reato di peculato dell’organo trapiantato.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo