News

Sgridato per un voto si getta dalla finestra: quindicenne in coma nel Torinese

Un brutto voto a scuola, una litigata con i genitori e poi quel volo dal secondo piano di casa, a sfracellarsi nel cortile: ora un quindicenne è ricoverato in prognosi riservata al Cto.

È accaduto tutto mercoledì sera nel Torinese. Stefano (nome di fantasia, ndr) è un ragazzo buono e dai modi di fare educati e rispettosi, un ragazzo dal quale nessuno si sarebbe mai aspettato una reazione del genere dopo un rimprovero fatto dai genitori a modo di sprone e, forse, male interpretato dall’adolescente.

Secondo quanto è stato possibile ricostruire, attorno all’ora di cena il ragazzo – che frequenta una scuola superiore del torinese – avrebbe comunicato ai genitori di aver preso un giudizio negativo da parte di un suo insegnante. Di qui ne sarebbe nata una piccola discussione, in reazione alla quale Stefano si sarebbe rifugiato nella propria camera. Poco dopo, ecco udire il tonfo sordo e le urla provenire dal giardino.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo