News

Avvelena i genitori e li pugnala a morte. «E’ sana di mente»

Quando la notte di Capodanno del 2011 pugnalò a morte i propri genitori, Claudia Pistone era perfettamente «capace di intendere e di volere». È questa la conclusione alla quale è giunto l’esperto Elvezio Pirfo al termine della perizia psichiatrica eseguita sulla donna per conto del gup di Alba Raffaella Poggi. Claudia Pistone è attualmente sotto processo con l’accusa di duplice omicidio premeditato.
È un reato, quest’ultimo, contestato in realtà alla donna solo in un secondo momento. In apertura di processo, infatti, Claudia Pistone era accusata di aver avvelenato entrambi i genitori, uccidendoli, e di avere successivamente infierito con un grosso coltello da cucina sui loro corpi ormai privi di vita. Ma non è così che sono andate le cose.

Leggi l’articolo su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo