img_big
News

«Scoppierà una bomba a Palazzo Cisterna». Evacuati oltre 300 dipendenti della Provincia (video)

ue telefonate in rapida successione arrivate ieri poco dopo le 11, la prima al centralino dell’Urp della Provincia, la seconda al 113, hanno annunciato la presenza di due ordigni. Uno a Palazzo Cisterna, il secondo presso la sede della Direzione provinciale del Lavoro in via Arcivescovado. L’allarme è scattato subito e sono stati applicati i protocolli di sicurezza previsti per questo genere di interventi. L’intero caseggiato di via Maria Vittoria, sede della presidenza della Provincia, è stato isolato e la strada è stata chiusa.

In via Arcivescovado, invece, si è deciso di procedere alla sola evacuazione degli uffici senza arrivare al blocco della circolazione della via. In entrambi i luoghi dove l’allarme è scattato, sia la polizia che la Municipale, hanno provveduto ad avvertire i dipendenti dell’ente del possibile pericolo, invitando tutti a lasciare il loro posto di lavoro. Compreso Antonio Saitta, il presidente della Provincia, anche lui ha dovuto scendere in strada. In via Maria Vittoria prima e in via Arcivescovado poi, sono giunti per effettuare la bonifica gli artificieri della polizia e un’unità cinofila composta da Labrador antisabotaggio.

Le operazioni di controllo si sono protratte fino alle 13,30. A quell’ora la questura ha avvertito la dirigenza dell’ente che i locali in entrambi le vie erano stati bonificati e che non era stato trovato alcun ordigno. Così, oltre 300 dipendenti (250 in via Maria Vittoria e più di 100 in via Arcivescovado) hanno potuto far rientro negli stabili e riprendere il lavoro. Dunque, un falso allarme bomba che ha provocato non pochi disagi, specie per le decine di utenti che ieri in mattinata si erano recati agli sportelli di via Arcivescovado. Ovviamente subito dopo le due telefonate sono scattate le indagini, affidate alla Digos, per individuare l’anonimo che ha provocato il falso allarme. «Stiamo verificando – hanno detto gli investigatori – da quale apparecchio sono partite queste due telefonate e stiamo anche analizzando al computer con software particolari, la voce maschile («Scoppierà una bomba a Palazzo Cisterna»), apparentemente senza inflessioni, che ha annunciato la presenza delle bombe».

m.bar.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo