img_big
News

Maxi-truffa Finpiemonte: 14 rinviati a giudizio

Quattordici persone – titolari di ditte informatiche, clienti, periti e mediatori – sono state rinviate a giudizio oggi dal gup di Torino Roberto Ruscello per l’inchiesta sulla maxi-truffa a Finpiemonte, la finanziaria della Regione Piemonte.
Secondo l’accusa, la truffa è stata portata a termine ‘gonfiando’ le spese per la realizzazione di siti internet per l’e-commerce allo scopo di ottenere finanziamenti a fondo perduto.

In tutti i 12 casi accertati, tra il 2006 e il 2010, è coinvolto il consulente Fabrizio Milanesio. Le accuse sono, a vario titolo, di frode comunitaria e falso in perizie. Il processo sarà celebrato a febbraio.
In un altro procedimento erano stati individuati altri 200 episodi, a partire dal 2003, riguardanti anche contributi gonfiati per la partecipazione a fiere ed erano state rinviate a giudizio 21 persone. Gli indagati, oltre 200, avevano risarcito il danno ma molti casi sono stati dichiarati prescritti. L’accusa è sostenuta dal pm Vito Destito che ha contabilizzato, per questa tranche di indagine, un totale di 300.000 euro di contributi regionali percepiti senza averne titolo.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo