img_big
News

Processo Minotauro: il Comune di Leini contro Nevio Coral

Ciò che colpisce, della prima udienza del processo contro la ‘ndrangheta, è che il Comune di Leini abbia chiesto di essere parte civile nei confronti del proprio ex primo cittadino, quel Nevio Coral arrestato nel giugno di un anno fa con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa e finito poi ai domiciliari sei mesi più tardi. E contro l’ex sindaco ha depositato un atto di costituzione anche il Comune di Volpiano. Altre richieste di parte civile, ma questa volta contro tutti gli imputati del processo Minotauro, sono state presentate dalla Regione Piemonte, dalla Provincia e dal Comune di Torino, dai Comuni di Chivasso e Moncalieri, dall’associazione Libera. Dopo aver valutato le eccezioni sollevate dalle difese, il collegio composto dal presidente Paola Trovati e dai giudici a latere Diamante Minucci e Alessandra Salvadori scioglierà la riserva nell’udienza già fissata per il 26 ottobre.Nessuna sorpresa, insomma, all’apertura del dibattimento Minotauro. Sul banco degli imputati, nell’aula bunker delle Vallette, siedono 75 persone.

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 19 ottobre

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo