img_big
Spettacolo

La bella dei Ris:Terzo grado a Lucia Rossi «Sesso e lavoro: dico tutto»

“Il sesso? È l’ingrediente indispensabile perché una relazione di coppia sia felice nel tempo». Ne è convinta l’attrice Lucia Rossi, classe 1982, di nuovo in tv nella parte del sottotenente Bianca Proietti, nella serie “R.I.S. Roma 3 – Delitti imperfetti” in onda tutti i mercoledì in prima serata su Canale 5. L’abbiamo intervistata per conoscerla meglio tra progetti, sogni e confidenze.

Come si evolverà il suo personaggio?

«Diventerà più pragmatica, svelta e concentrata sul lavoro. E nonostante l’arrivo di nuovi personaggi, il suo amore per Emiliano Cecchi (Primo Reggiani, ndr), tra alti e bassi proseguirà».

Lucia Rossi che cos’ha in comune con Bianca Proietti?
«Come lei sono una grande sognatrice, un po’ ingenua, ma sono più maliziosa e più attenta di lei a proteggermi dalle delusioni. Per Bianca sono tutti buoni, per Lucia no».
Qual è attualmente il suo stato d’animo?
«Sono serena e appagata. Dal punto di vista professionale, c’è la possibilità che partecipi a un’importante occasione cinematografica, di cui per scaramanzia non voglio anticipare nulla. Sotto il profilo personale, poi, sono felicemente fidanzata da tre anni, anche se non conviviamo ancora».
Ansia per il lavoro?
«No, non vivo con ansia questo mestiere. Quando ho cominciato a fare questa professione ero consapevole che mi avrebbe accompagnata sempre una grande incertezza».

La convivenza è nei vostri progetti?
«Non per il momento, ma non lo escludo in futuro».
Crede che sarà lui il padre dei suoi figli?
«È troppo presto per dirlo, sono ancora molto giovane. Adoro i bambini e un giorno spero di diventare madre, ma adesso sono più interessata alla carriera che alla famiglia».
Oggi qual è la sua ambizione più grande?
«Vincere un Oscar e recitare in un film d’autore».
Le manca qualcosa?
«Una più profonda conoscenza di me stessa; del resto, come insegna Socrate, la cosa più difficile è proprio conoscere se stessi. E poi, mi piacerebbe essere più sicura di me e un po’ più sfrontata nell’affrontare la vita».
Che cosa si augura per il suo futuro?
«Di raggiungere la serenità».

L’articolo di Nicole Cavazzuti

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo