img_big
Cronaca

Mondovì: Uccide la mamma a colpi di pietra

L’ha colpita ripetutamente con quella grossa pietra che teneva come soprammobile, ha infierito su di lei anche quando era a terra. «Le ha spaccato il cranio», ha confermato oggi nel primo pomeriggio il medico legale dopo aver eseguito i primi accertamenti. A morire, vittima della furia omicida della figlia, una donna di 61 anni di origine russa, Lidiya Dolgykh.

Ad ucciderla Olga Trofinovia, 34 anni, disoccupata con alle spalle ripetute crisi nervose e seguita da tempo dai servizi psichiatrici. Teatro del delitto, un piccolo appartamento alla periferia di Mondovì, dove viveva l’omicida e dove ieri la madre, poco dopo le 12, è passata per farle visita: «Vado a vedere come sta mia figlia – avrebbe detto poco prima ad una signora che assisteva come badante -, perchè è di nuovo depressa».

Leggi l’articolo su CronacaQui in edicola il 18 ottobre

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo