Cronaca

Province: raffica di dimissioni dei presidenti

Raffica di dimissioni fra i presidenti di Provincia. A Milano lascia l’incarico Guido Podestà. Come lui abbandonano l’incarico Maria Teresa Armosino , presidente della Provincia di Asti: «L’impossibilità manifesta da parte degli amministratori delle Province di far valere le ragioni del territorio – afferma in una lettera scritta ai consiglieri provinciali -, vista l’evidente volontà di non tener conto delle funzioni e dei servizi svolti dalla Provincia, mi inducono a rassegnare le dimissioni». In Piemonte lascia anche Roberto Simonetti, Presidente della Provincia di Biella, nata 17 anni fa e destinata all’accorpamento nel riordino degli enti locali.

 

Al di là delle motivazioni personali, oggi è l’ultimo giorno possibile per rassegnare le dimissioni ed evitare l’incompatibilità con la candidatura alle prossime politiche.

 

Lascia l’incarico anche il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, anche se non ci saranno per ora dimissioni da protocollare. Cesaro, che intende ripresentarsi alle prossime elezioni politiche, ha scelto come strada per lasciare l’incarico una mozione presentata in un consiglio provinciale convocato d’urgenza per dichiararlo decaduto. Il capogruppo di Fli Giovanni Bellerè ha chiesto che il consiglio riconosca le condizioni di incompatibilità tra la carica di deputato, che Cesaro tutt’ora ricopre, e quella di presidente della Provincia. La procedura consentirebbe al Consiglio di arrivare a scadenza del mandato con il vice presidente, nominato ieri, Antonio Pentangelo. Il consiglio è in corso con Cesaro assente.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo