img_big
Cronaca

Berlusconi: “Non mi ricandido per unire i moderati”

“Non escluderei Mario Monti come leader del raggruppamento dei moderati”. Lo ha affermato Silvio Berlusconi parlando in diretta a Canale 5. “Monti ha sempre gravitato in questa area”, ha tra l’altro detto l’ex premier aggiungendo di aver avuto contatti con altre personalità e che ci sono diversi nomi nella lista dei possibili leader.

“La rinuncia alla candidatura per le prossime elezioni “non è una novità: è quanto dico da tempo. Io voglio l’unità dei moderati e per ottenerla, se serve, sono pronto anche a non presentarmi. Che c’è di strano? Io intendo fare ciò che è utile e giusto per il mio Paese e se, per ottenere un fronte unico della sinistra, c’è bisogno che io mi faccia da parte, lo farò”, ha detto poi Berlusconi in un colloquio con il direttore di “Libero”, Maurizio Belpietro. Il Cavaliere ha spiegato che “non c’è trucco nè possibilità di ripensamento”.

Una mossa per togliere gli alibi a Pier Ferdinando Casini e Luca Cordero di Montezemolo, nonchè agli altri partiti moderati: se Berlusconi si fa da parte non potranno più dire che “l’alleanza è impossibile”. Alla mia età, dice, “non inseguo certo una poltrona…” e “non posso permettere che il mio Paese finisca in mano alla sinistra”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo