img_big
Spettacolo

Massimo Boldi: “Il mio telepanettone tornerà a Torino”

Niente cinema, ma un telepanettone con i fiocchi, per Massimo Boldi, pronto a sfornare in Tv “Un Natale a quattro zampe”, pellicola girata in queste settimane tra Sestriere e Torino, destinata al piccolo schermo. Oggi è l’ultimo giorno di riprese, per un film che andrà in onda su Mediaset intorno al 25 dicembre, ma che già ambisce a diventare un “serial”: «Speriamo che ci consentano di trasformarlo in una serie Tv – spiega Boldi, attore e produttore del film – potremmo così tornare periodicamente a girare a Torino, dove ci troviamo a meraviglia». Cinque settimane di riprese, tra la stazione turistica di Sestriere e Torino, in piazza San Carlo, in Borgo Dora, a Porta Palazzo, ai Giardini Reali, al Golden Palace e in un salone di bellezza di piazza IV Marzo. Il film, diretto da Paolo Costella, ha tra i protagonisti gli attori Maurizio Mattioli, Biagio Izzo, Paola Tiziana Cruciani, Cinzia Mascoli, Loredana De Nardis, Andrea Montovoli e Lucrezia Piaggio, ormai “figlia storica” di Boldi sul set.

Ma star d’eccezione del film natalizio del “Cipollino”, sono i cani, ben 160 star a quattro zampe, tra protagonisti e comparse, affiancati da gatti, conigli, furetti e pappagalli. A selezionare i cani è stata la torinese Movie Dog, società specializzata nell’addestramento cinofilo per produzioni televisive e cinematografiche. «Con le nuove tecniche digitali anche i cani saranno grandi protagonisti – continua Boldi -. Sono ubbidienti e addestrati, non hanno creato alcun problema, anzi, non abbiamo un giorno di ritardo. Il film ha un sapore famigliare, punta sulla comicità e sulle situazioni giuste, sull’amore per i figli e per gli animali, senza alcuna volgarità.

È girato come se dovesse uscire al cinema, ma il fatto che sia destinato alla Tv ci riempie di gioia». Budget ristretto: 2milioni e 200mila euro, mentre per il cinema sarebbe costato almeno il doppio. «Costa pochissimo, in questo periodo facciamo tutti grandi sacrifici, prendiamo cifre modeste perché crediamo in questo progetto» conclude l’attore. La storia è quella di due ragazzi che dopo la laurea decidono di aprire un “Hotel a 4 Zampe”. I guai e le difficoltà sorgono però tra i genitori dei ragazzi, il romano Mattioli e il milanese Boldi che non trovano un punto d’accordo. Ma alla fine, assicurano gli attori: «vincerà l’amore e vivranno tutti felici e contenti». Il film è prodotto dalla Filmax International srl con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e con la collaborazione coordinata della Regione.

L’articolo di Alessandra Ariagno

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo