News

Il governo al Lingotto: «Adesso ci deve dire dove vuole investire»

Il governo vuole avere da Sergio Marchionne un quadro aggiornato degli investimenti e delle strategie del Lingotto: lo hanno ribadito ieri, a due giorni dall’incontro di Palazzo Chigi, il premier Mario Monti e il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, mentre il titolare del dicastero del Lavoro, Elsa Fornero, ha sottolineato che «non sarà un monologo, ma un dialogo». Insomma, l’esecutivo vuole sapere quali sono le intenzioni dell’amministratore delegato di Fiat-Chrysler che ha cancellato il piano “Fabbrica Italia” e i 20 miliardi di investimenti previsti. Un progetto che lo stesso ceo ha definito ormai «irrealizzabile» poiché dal momento del suo annuncio, nell’aprile di due anni fa, ad oggi la situazione è cambiata profondamente e peggiorata oltre le previsione più fosche, tanto che Fiat rischia di perdere qualcosa come 700 milioni di euro nella sola Europa quest’anno.

L’articolo di Filippo De Ferrari e tutti gli approfondimenti sul caso Fiat su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo