img_big
Rubriche Tecnologia

LA RECENSIONE – Darksiders II (Ps3, Xbox 360, Pc)

Riponete negli armadi i costumi da bagno, mettete in cantina materassino e ombrellone, impostate come sfondo del desktop la foto scattata in spiaggia. L’estate ormai è agli sgoccioli, le vacanze sono un bel ricordo e le temperature cominciano a calare. Tranquilli, a consolarci ci sono le nostre console, pronte ad accogliere a braccia aperte l’ondata di giochi che usciranno da oggi a Natale, nel periodo dell’anno tradizionalmente più ricco di grandi titoli. E il primo è già sugli scaffali: Darksiders II promette di inaugurare alla grande la stagione e Morte si candida ad essere il primo personaggio di grande spessore che ci farà compagnia nelle serate autunnali!

LA TRAMA
Sviluppato da Vigil Games per Thq, Darksiders II è il seguito del primo capitolo della serie, in cui si narravano le avventure di uno dei Cavalieri dell’Apocalisse, Guerra. In questo capitolo (presumibilmente il secondo di una quadrilogia) il protagonista è invece Morte.
Per essere precisi però, dal punto di vista della trama, questo non è un vero e proprio seguito, in quanto le avventure di Morte sono “parallele” a quelle del fratello. Nel primo capitolo Guerra era accusato di aver scatenato l’apocalisse in anticipo sulla Terra e per questo doveva provare la propria innocenza di fronte all’Arso Consiglio. Morte vorrebbe aiutare Guerra, ma a modo suo e per questo si mette alla ricerca dell’Albero della Vita, in grado di risistemare le cose sulla Terra e cancellare la colpa del fratello. Ma non crediate che una volta raggiunto l’Albero il vostro compito sia esaurito…
Non andiamo oltre per non guastarvi la sorpresa, ma sappiate che quello di Morte sarà un viaggio lungo e pericoloso, nel corso del quale incontrerete moltissimi personaggi, tutti molto ben caratterizzati. Forse anche un po’ troppo, tanto che chi non ha giocato il primo capitolo non riuscirà a godere appieno dell’intreccio (e questo è forse uno dei pochissimi nei di Darksiders II).

IL GAMEPLAY
Uno dei punti di forza del gioco è il sistema di combattimento, semplice ma efficace. Come in buona parte dei giochi del genere, con la pressione di un tasto utilizzerete l’arma principale e con un altro la secondaria, mentre con i dorsali avrete la possibilità di effettuare schivate ed usare poteri speciali. Naturalmente, potrete eseguire anche le classiche combo che vi permetteranno di mettere elegantemente al tappeto una lunga serie di nemici.
Uno degli elementi più interessanti di Darksiders II riguarda la possibilità di collezionare o creare oggetti ed armi rare, in una sorta di mix tra i GDR e Borderlands che vi invoglierà ad esplorare a fondo tutte le ambientazioni e affrontare il maggior numero possibile di avversari, visto che gli oggetti si potranno recuperare soprattutto raccogliendoli tra i resti dei nemici morti o in casse seminate lungo i livelli. La possibilità di personalizzazione delle armi è davvero notevole: ognuna è dotata di caratteristiche proprie (danno, resistenza, bonus, malus) ma non solo. Infatti, le rarissime “armi possedute” sono le più potenti ma possiedono la caratteristica di poter essere potenziate sacrificando altre armi contenute nel vostro inventario.
Alcune armi potranno essere equipaggiate solo al raggiungimento di un certo livello. Infatti, similarmente a quanto avviene nei classici GDR, il vostro personaggio potrà salire di livello (fino al 20 la prima volta, al 30 nel “new game +”). E salire in fretta conviene, visto che oltre alle armi sbloccherete anche l’abilità Collera e altre abilità di natura sia offensiva che difensiva da selezionare in uno schema ad albero che presenta due rami principali: Negromante ed Araldo. Ovviamente non mancano altri elementi ormai irrinunciabili in giochi del genere: da imponenti boss alla possibilità di acquistare mosse e tecniche dai maestri incontrati nel gioco, dalla risoluzione di enigmi fino ai tanti collezionabili sparsi nel mondo di gioco che consentiranno di aumentare ulteriormente la già notevole longevità.

IL COMPARTO TECNICO
Notevole il lavoro compiuto dai ragazzi di Vigil Games dal punto di vista grafico. In particolare, a spiccare sono i personaggi, sempre ben caratterizzati e con animazioni fluide e convincenti, e le ambientazioni. Notevoli anche i boss e gli altri nemici, spesso di dimensioni notevoli e capaci di impressionare. Convincenti anche i combattimenti, dove non si notano rallentamenti neanche nelle fasi più concitate. Stilisticamente poi siamo di fronte a uno dei giochi più belli degli ultimi anni ma questo non è necessario che ve lo diciamo noi: basta guardare qualche screenshots per rendersene conto all’istante…
Da segnalare anche la grandezza degli ambienti di gioco che vi porterà a lunghe cavalcate attraverso bellissimi spazi aperti e a complesse esplorazioni di arene e dungeon. Una bellezza che si paga con qualche caricamento di troppo ma è un sacrificio che si fa volentieri se la ricompensa è questa.
Buono, senza eccellere, l’accompagnamento audio, sia per quanto riguarda la colonna sonora che per gli effetti e il doppiaggio.
Per finire, buona anche la longevità. Il gioco vi impegnerà per una ventina di ore ma una volta terminata l’avventura principale potrete cimentarvi nella modalità Crucible, con una serie di combattimenti sempre più impegnativi che si sbloccano man mano che procedete nel gioco.

Darksiders 2 è un gioco sviluppato da Vigil Games e distribuito da THQ per Xbox360, PS3 e PC e prossimamente WiiU. La versione utilizzata per la recensione è quella per Ps3.

I VOTI
Grafica 9
Sonoro 8
Longevità 9
Giocabilità 9,5
Totale 9

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo