img
Cronaca

Neve su Marte, ma è anidride carbonica

Su Marte nevica anidride carbonica, ossia il cosiddetto ghiaccio secco, che sulla Terra si forma quando la temperatura scende a 125 gradi sottozero. La sonda Mars Reconnaissance Orbiter, in orbita intorno al Pianeta rosso, ha raccolto i dati più chiari finora ottenuti su questo fenomeno, che è un caso unico in tutto il Sistema solare. Lo studio è stato pubblicato su Journal of Geophysical Research. «Possiamo affermare che le nuvole sono composte da CO2 e che sono spesse abbastanza per dare origine a un accumulo di neve di ghiaccio secco al suolo», ha spiegato Paul Hayne, del Jet Propulsion Laboratory di Pasadena (California), a capo del gruppo di sei studiosi.

Le precipitazioni nevose avvengono in inverno da nuvole intorno al polo Sud di Marte. La presenza di ghiaccio di anidride carbonica sulla calotta ghiacciata meridionale di Marte era nota da decenni e nel 2008 la missione Phoenix aveva osservato una nevicata di ghiaccio d’acqua nelle zone settentrionali. I nuovi data analizzati si riferiscono all’inverno marziano del 2006-2007. I sensori su Mars Reconnaissance Orbiter hanno evidenziato la presenza di particelle ghiacciate nelle nuvole di anidride carbonica di 500 km di diametro sopra il polo Sud, di dimensioni tali però che non potevano rimanere sospese nella rarefatta atmosfera marziana. Inoltre quando sono stati puntati gli strumenti non in perpendicolare sul polo, ma verso l’orizzonte si è notata la presenza di particelle di CO2 sia nell’aria che al suolo.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo