News

Minacce anarchiche al deputato Esposito: «Istiga alla tortura»

«L’istigatore compiaciuto delle torture avvenute il 3 luglio 2011 nei confronti dei quattro manifestanti arrestati nel corso dell’assalto al non-cantiere, il responsabile morale della criminalizzazione degli anarchici trentini e, in particolare, dell’arresto del nostro  compagno Massimo (Passamani), da lui spesso indicato come un capo della rivolta valsusina». Lui, quello che gli anarchici indicano in un volantino come “carnefice”, è Stefano Esposito, deputato torinese alla prima prima legislatura per il Pd di Pierluigi Bersani. È lui il “nemico da sconfiggere”, “da abbattere”.

Minacce criminali che sono state diffuse ieri a Milano attraverso uno scritto stampato su volantino e poi rimbalzato prima su “Assemblea permanente”, un circuito di informazioni via Internet al quale possono accedere solo i militanti, e poi sulla home page del sito anarchico per eccellenza, Indymedia.

L’articolo completo su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo