img_big
Cronaca

Gli stabilimenti Fiat ripartono al rallentatore: Mirafiori ferma, un altro stop per Pomigliano

Il Lingotto riparte dopo le vacanze estive con il motore al minimo e con parecchi cartelli di stop all’orizzonte. A causa delle incertezze del mercato, infatti, gli stabilimenti della Fiat – a eccezione della Sevel di Val di Sangro – hanno riavviato al “rallentatore” la produzione e hanno di fronte un fitto calendario di fermate già annunciate. La strategia di Sergio Marchionne, in attesa di una ripresa delle vendite, è quella di ricorrere alla cassa integrazione per non riempire i piazzali di auto. La sorpresa più amara l’hanno ricevuta i 2.146 lavoratori dello stabilimento “modello” di Pomigliano, dove si produce la Panda, già in cassa per dieci giorni subito dopo le ferie estive. Torneranno in fabbrica lunedì, ma ieri è stato annunciato che si fermeranno per due settimane dal 24 settembre al 5 ottobre.

L’articolo di Filippo De Ferrari su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo