News

Scomparso da luglio a Torino: «Potrebbero averlo ammazzato»

Scomparso, inghiottito nel nulla. I due telefoni spenti, nessun contatto con la moglie o con i figli da più di un mese, la sua automobile ritrovata senza targhe da quegli amici che ora temono il peggio. Perché Aurelijus Sukijonis, sono convinti, non aveva nessun motivo per far perdere le proprie tracce volontariamente: «Era euforico perché dovevano arrivare i figli, per andare in vacanza».

La testimonianza di un’amica: «Aveva sempre con sè parecchio denaro, sempre in contanti, niente carte di credito o bancomat. Io gli dicevo di non parlare dei buoni risultati del suo lavoro. Forse è per questo, temo ora, che l’hanno fatto sparire». E il giorno dopo la scomparsa avrebbe dovuto incontrare altri commercianti di auto stranieri. In ballo c’era un affare importante.

L’articolo completo su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo