img_big
Cronaca

Tredicenne venduta per 3mila euro al promesso sposo che la sevizia

Venduta a 13 anni per tremila euro. Promessa sposa di un 17enne che, con l’aiuto della futura suocera della ragazzina, quando questa si è ribellata, l’ha violentata. Alcuni cittadini di Marghera (Venezia), però hanno notato i lividi sul suo volto, hanno chiamato la polizia e gli uomini della mobile della città lagunare hanno arrestato gli aguzzini.

Maria (la chiameremo così) era stata inviata come un pacco in Italia dalla Macedonia, Paese d’origine anche del futuro marito. Venduta come un oggetto, contro la sua volontà.

La giovane, una volta liberata, è stata portata in ospedale: i medici hanno riscontrato diversi traumi e bruciature sulle gambe, procuratele con un cavo elettrico dopo che madre e figlio l’avevano immersa in una vasca, e hanno disposto il ricovero con una prognosi di circa un mese. La ragazzina ha raccontato di essere stata venduta per 3.000 euro in Macedonia dalla propria famiglia a un’altra del suo paese, residente a Venezia, come promessa sposa per il loro figlio 17enne. Arrivata in Italia assieme alla futura suocera, la 13enne ha tentato di ribellarsi, subendo però violenza sessuale completa da parte del ragazzo.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo