img_big
News

Torino-Lione, la Francia assicura: “L’alta velocità porta vantaggi”

Dalla Francia arrivano nuovi segnali di rassicurazione sulla volontà di costruire la Torino-Lione. È una relazione di una commissione d’inchiesta sull’opera a spezzare una lancia nei confronti dell’Alta velocità: il rapporto, richiesto a novembre 2011 dal ministero dell’Ambiente transalpino, riguarda la sezione nazionale del tracciato, la Lione-Saint Jean de Maurienne. La stessa che, alla fine, era finita qualche settimana fa nel mirino di Parigi. Il Governo Hollande appena insediatosi aveva annunciato la revisione di tutti i progetti infrastrutturali previsti dalla precedente amministrazione Sarkozy, inclusa la Torino-Lione per cui era stato chiesto all’Unione europea un aumento della quota di finanziamento,

Secondo i risultati del rapporto, reso pubblico ieri, «i vantaggi portati dal progetto superano di gran lunga gli svantaggi», contraddistinti esclusivamente da un impatto «significativo» sul comparto agricolo locale. Nel suo parere la commissione si dice «convinta della necessità di sviluppare un trasporto ferroviario per le merci a livello nazionale ed europeo». La Tav, scrivono i relatori, assicurerà nella tratta italo-francese «un miglioramento della sicurezza stradale e una significativa riduzione dell’inquinamento atmosferico nelle valli alpine».

Leggi l’articolo di Andrea Gatta su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo