News

Le protesi al seno si sciolgono dopo 5 anni Guariniello indaga su un’altra ditta francese

Non ci sono solo le Pip. Un’altra azienda francese, produttrice di protesi mammarie probabilmente difettose, è infatti finita nei giorni scorsi sotto la lente di ingrandimento del procuratore Raffaele Guariniello. Le protesi in questione sembrerebbero sciogliersi.
A sollevare il caso è stata la denuncia di una giovane donna torinese che nel 2007 aveva subito l’impianto di una protesi durante un intervento di mestoplastica. Nel 2012, a cinque anni da quell’operazione, la donna ha cominciato ad avvertire i primi disturbi. Gli esami medici cui ha deciso poi di sottoporsi hanno evidenziato una «disomogeneità protesica» e la conseguente «rottura protesica».

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo