News

Tentano di fermare il treno “nucleare”: identificati duecento No Tav

Passa un treno carico di scorie nucleari e la Valle di Susa vive l’ennesima notte di tensione. I No Tav si mobilitano per ostacolare l’avanzata del convoglio, ma un imponente dispositivo di polizia e carabinieri neutralizza i loro tentativi. Solo a Borgone di Susa un drappello di 15 attivisti (13 italiani, un francese e un greco) riesce a occupare i binari, ma dopo qualche minuto viene convinto ad allontanarsi. Circa 200, in tutto, i No Tav identificati dalle forze dell’ordine. Per qualcuno scatteranno le denunce.

Tutti gli approfondimenti su CronacaQui in edicola il 25 luglio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo