img_big
News

La Francia frena sulla Torino-Lione. Virano: «Si farà»

A creare scompiglio ci ha pensato un articolo del quotidiano francese Le Figaro. All’interno del quale, senza troppi giri di parole, si rivela che il governo di Parigi avrebbe intenzione di rinunciare a una decina di progetti di linee ferroviarie ad Alta velocità fra cui la Torino-Lione, i cui costi (si parla di 12 miliardi) sarebbero giudicati eccessivi anche in rapporto al progressivo calo del traffico merci sulla direttrice, sceso «a 4 milioni di tonnellate contro gli undici di venti anni fa». «La Francia – ha dichiarato il ministro del Bilancio Jerome Cahuzac – ha previsto una moltitudine di progetti senza aver fatto i conti con i finanziamenti. A questo punto il Governo non potrà che dover rinunciare a qualche opzione». Poche righe che però, lette al di qua delle Alpi, hanno sollevato un polverone.

 Il commissario governativo per l’opera, Mario Virano, ha provato subito a calmare gli animi. Secondo l’architetto, il tunnel di 57 chilometri previsto fra Italia e Francia non sarebbe in discussione e Parigi si starebbe semplicemente apprestando a fare quello che Roma ha già deciso da tempo, ovvero realizzare l’infrastruttura in più fasi partendo dalla tratta internazionale per poi concentrarsi sulla linea nazionale.

Leggi l’articolo su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo