img_big
News

Il pallone più grande al mondo si solleva nel cielo sopra Torino

Il pallone frenato più grande del mondo si è infine alzato con dolcezza dalla piattaforma che l’associazione Avio San Michele e la Onlus Enzo B. hanno predisposto al centro dei giardini di Borgo Dora, a due passi dal Sermig e dal cortile del Maglio. Solo silenzio. Nessuno scossone, mentre sale fino a 90 metri, abbastanza per il suo volo di collaudo. Quando l’aerostato prenderà servizio, con l’inaugurazione in programma per questo sabato, i torinesi e i turisti potranno alzarsi nel cielo fino a 150 metri. E godere di un colpo d’occhio straordinario che spazia dalla collina ai campanili delle chiese del centro, fino a spingersi verso i quartieri simbolo delle trasformazioni di Torino. Una terrazza ideale sulla città che, come altezza, sarà seconda solamente al simbolo per eccellenza, la Mole Antonelliana.

Tutto è ormai pronto, nei giardini recentemente intitolati al cardinale Michele Pellegrino. Avio San Michele e Enzo B. hanno anche realizzato due locali, uno che sarà destinato a biglietteria e riserverà uno spazio per le attività didattiche che verranno offerte alle scolaresche, l’altro per accogliere i propulsori che azionano il cavo d’acciaio che permette al Turin Eye – questo il nome dell’aeronave – di librarsi nel cielo. Nessuno scossone, appunto. Nessuna vibrazione. Piuttosto i 30 passeggeri che potranno essere accolti nella gondola ventrale potranno provare l’ebrezza di guardare verso il basso attraverso una suggestiva lastra di vetro temprato. Nessun rischio, quindi. E nessuna paura nemmeno per chi di solito preferisce tenere i piedi per terra. Il pallone è infatti gonfiato con il gas inerte per eccellenza, l’elio, e il cavo d’acciaio che lo frena è testato per resistere fino a 45 tonnellate, quando la sollecitazione massima prevista si ferma a 4 e mezzo. Se poi dovesse accadere l’impensabile, l’aerostato può comunque essere manovrato dal personale sempre presente a bordo.

Un “gigante buono” che da sabato prenderà servizio nel quartiere che forse deve il suo nome proprio a una mongolfiera, il Balon. E i lettori di CronacaQui potranno avere l’occasione di partecipare proprio al volo inaugurale grazie al grande concorso lanciato per San Giovanni. E anche se l’estrazione si avvicina, le lettere di chi non vuole perdere quest’esperienza unica stanno arrivando a decine.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo