img_big
News

Pietre contro gli agenti a Chiomonte, il sindacato di polizia: “Sgomberare il campeggio No Tav”

Dopo i primi lanci di pietre e biglie d’acciaio contro le forze dell’ordine che presidiano il varco 1 in località Avanà, non distante dal cantiere Ltf, il sindacato di polizia Sap lancia l’allarme violenza in Valsusa. Secondo il segretario provinciale, Silverio Sabino, “ci sono tutti i presupposti per replicare un’estate di violenza come nel 2011, con tutto il corredo di feriti e di centinaia di nuovi indagati per gravi reati e uno stato di pericolo continuo per tutti, anche per chi va a manifestare il proprio dissenso in modo pacifico. Ci riflettano anche i genitori che autorizzano i loro ragazzi a partecipare a iniziative che hanno come unico scopo l’esercizio della violenza, di una violenza fine a stessa, più simile al tifo degli ultras o al teppismo puro e semplice. Il campeggio andrebbe immediatamente sgomberato».

L’attacco alle forze dell’ordine è avvenuto verso le 22, durante il primo giorno di campeggio No Tav a Chiomonte. A cercare di colpire gli agenti, una cinquantiva di attivisti.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo