img_big
News

Un aiuto ai neo-imprenditori: Réseau Entreprendre Piemonte lancia il “Progetto d’Impresa 2012”

Cercansi nuovi imprenditori, giovani e capaci di creare posti di lavoro sul territorio. Nonostante la crisi, a credere ancora nelle potenzialità dell’imprenditoria “made in Italy” è Réseau Entreprendre Piemonte, associazione internazionale che raggruppa titolari d’impresa disponibili a mettere la loro esperienza a disposizione di colleghi che si sono appena affacciati sul mercato o che hanno intenzione di farlo. Rep ha aperto un bando: saranno selezionati alcuni progetti che potranno beneficiare di un affiancamento specifico.

PER SCARICARE IL BANDO, CLICCA QUI

«In un contesto difficile dal punto di vista economico che non favorisce l’imprenditoria – spiega Mario Montalcini, presidente di Réseau Entreprendre Piemonte – il Progetto d’Impresa 2012 vuole rappresentare uno stimolo ed allo stesso tempo un sostegno per tutti i neo-imprenditori che hanno idee vincenti e voglia di mettersi in gioco favorendo la creazione di occupazione. Sono convinto che l’esperienza di Réseau Entreprendre Piemonte – prosegue – giunta con successo al secondo anno di attività, possa essere replicata in futuro anche in altre regioni italiane».

I progetti presentati dovranno rientrare in un’area di attività compresa tra Cultura, Sport, Urbanistica e Territorio, Turismo e Agroalimentare, mentre una categoria a parte è riservata agli imprenditori con meno di 21 anni. Nella presentazione dei progetti sarà necessario includere un piano industriale nel quale figuri l’impegno di creare almeno 5 posti di lavoro nell’arco dei prossimi 3 anni di vita dell’attività imprenditoriale. Per accedere all’accompagnamento della nuova azienda, messa a disposizione da quaranta imprenditori già attivi in Piemonte, è inoltre necessario essere sul mercato da meno di 18 mesi e detenere la quota di maggioranza del capitale sociale dell’impresa.

Il bando sarà aperto fino al 31 luglio. I candidati potranno presentarlo a Rep ed essere pertanto selezionati dalla commissione di accompagnamento, composta dai membri dell’associazione e dai rappresentanti dei partner coinvolti. Tra le realtà che collaborano con il progetto figurano eccellenze piemontesi in diversi settori di attività, tra cui il Circolo dei Lettori, il Cus Torino, la Fondazione Cecilia Gilardi onlus, la Fondazione Contrada Torino onlus, Turismo Torino e provincia e l’Università degli Studi di Scienze gastronomiche.

L’attività di tutoraggio ha già dato i primi frutti. Una giovane imprenditrice torinese sta per sbarcare sul mercato con una nuova applicazione per gli smartphone che sarà lanciata a settembre. E l’auspicio è che la “magia” si ripeta nei prossimi mesi. La cifra che Rep investirà per sostenere ogni neo-imprenditore si aggira sui 200mila euro.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo