News

Indesit, ultimo atto: cassa integrazione per cessata attività

Sfumano una dopo l’altra le speranze di mantenere lo stabilimento Indesit a None. Ieri l’azienda ha annunciato la richiesta di cassa integrazione per cessazione di attività per tutti i 360 lavoratori della fabbrica. Secondo la società «l’azione si è resa necessaria a tutela della continuità reddituale dei lavoratori – è scritto in una nota – in vista della scadenza degli ammortizzatori sociali il prossimo 12 luglio». Ma il passaggio non era obbligato perché si poteva procedere con altra cassa per crisi – ribattono i sindacati – mentre i lavoratori, appresa la notizia, si sono riuniti in assemblea permanente davanti ai cancelli dello stabilimento.
Da parte della Indesit la scelta rappresenta la conferma che gli spazi di mediazione auspicati da Regione Piemonte e sindacati non sono più disponibili, ammesso che ci fossero all’inizio della trattativa.

L’articolo completo su CronacaQui in edicola il 9 giugno

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo