img_big
News

Un fiume di droga dai Caraibi all’Italia: presi 30 trafficanti

 Un vero e proprio fiume di droga. Migliaia e migliaia di chili di cocaina che dall’America arrivavano in Europa via mare, importati da un’organizzazione italo-bulgara che poi prov­vedeva a rifornire i mercati di tutto il conti­nente per un giro d’affari di decine di milioni di euro. Tutto smantellato dai carabinieri del Ros di Torino, al termine di un’indagine dura­ta sette anni e partita, quasi casualmente, dall’arresto di alcuni pusher a Chivasso.
Nell’aprile del 2005, infatti, i mili­tari strinsero le manette ai polsi di sette spacciatori che rifornivano di cocaina buona parte della pro­vincia di Torino. Il lavoro della compagnia però svelò che i traffi­canti avevano legami con una co­sca di Rosarno e quindi le indagini passarono ai Ros che iniziarono un certosino lavoro il quale ha permesso loro di risalire un gradi­no alla volta fino ai vertici dell’or ­ganizzazione che, contrariamente alle attese, non si trovava in Cala­bria ma addirittura in Bulgaria.

 

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 5 giugno

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo