img_big
News

Torino, bambina di un anno vola giù dal balcone: in coma in ospedale

Un secondo di distrazione e un gioco spensie­rato si è trasformato in una tragedia. Un dramma che anche il più attento dei giocatori difficilmen­te potrebbe prevedere: le sbarre della ringhiera del balcone, proprio quelle che do­vrebbero evitare incidenti, erano in­vece troppo larghe. E proprio lì, in quello spazio di pochi centimetri, si è infilata la piccola Amina (il nome è inventato per rispetto della privacy) che è poi precipitata nel cortile, tre metri più in basso.
Amina ha compiuto un anno appena pochi giorni fa, il 17 maggio. E’ una bambina allegra e vivace come tutte a quell’età. Mercoledì sera, manca­vano pochi minuti alle 20, stava gio­cando con la sorella maggiore sul balcone dell’abitazione di via Nizza dove vivono con i genitori, a pochi metri da piazza Bengasi. Con loro c’era la mamma, casalinga, che le osservava divertirsi senza immaginare la tragedia in agguato. «E’ stato un secondo – racconta Ra­chid, 32 anni, operatore ecologico – un attimo, un attimo soltanto e la bambina si è infilata tra le sbarre ed è caduta. Mia moglie ha cercato di afferrarla ma non ce l’ha fatta». In cortile ci sono ancora le macchie di sangue e un panno, usato forse per tamponare le ferite in attesa dell’ambu ­lanza.

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola l’1 giugno

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo