img_big
Cronaca

Emilia, la terra trema ancora. Scosse avvertite in Basilicata e Calabria

Sono state 11 le scosse registrate nella notte nella zona dell’Emilia colpita il 20 maggio dal sisma di magnitudo 5.9 che causato 7 morti e migliaia di sfollati. Secondo l’Ingv, delle scosse registrate dalla mezzanotte alle 5:10 di oggi, la più forte ha avuto magnitudo 2.9 ed è stata localizzata in prossimità dei comuni mantovani di Poggio Rusco e San Giovanni del Dosso e di quelli modenesi di Cavezzo, Medolla, Mirandola e San Felice sul Panaro.

Scosse avvertite in Basilicata e Calabria
Due scosse di terremoto di magnitudo 4.3 e 3.2 sono state registrate rispettivamente alle 3:06 e alle 3:32 al confine tra Calabria e Basilicata. Secondo l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il primo sisma ha avuto ipocentro a 3 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni cosentini di Castrovillari, Morano Calabro, San Basile e Saracena; la seconda ipocentro a 8 km ed epicentro vicino ai comuni potentini di Rotonda e Viggianello e quello cosentino di Morano. Tra le due scosse ne è stata registrata una terza di minore intensità, magnitudo 2.1, alle 3:29, con ipocentro a 6,8 km di profondit… ed epicentro vicino Viggianello, Morano e San Basile. Dalle verifiche effettuate dalla Sala situazione Italia del dipartimento della Protezione civile non risultano al momento danni a persone o cose.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo