img_big
Spettacolo

Dagli Offspring a Capossela: ecco l’estate del Carroponte

Sarà il concerto dell’artista Mulatu Astatke, uno dei più grandi jazzisti mviventi, a inaugurare la terza sta­gione del Carroponte, area suggestiva alle porte di Milano che snocciola puntuale un ghiotto calendario (dal 24/5 al 16/9), ricco di live e appuntamenti culturali. «Facendo un bilancio dei miei 10 anni da Sindaco – racconta Giorgio Oldrini, primo cittadino di Sesto – non posso non eviden­ziare alcune realtà di cui vado orgoglioso e il Carroponte è proprio una di queste. Sesto è una città di fabbriche dismesse, la zona rischiava di diventare un’area margi­nale di periferia, il Comune ha investito 11 milioni di euro e il progetto è andato a buon fine. Ha dato lavoro a molti giovani e ha coinvolto un pubblico eterogeneo e a dir poco educato, se si pensa che in tre anni non si è mai verificato un problema. Devo ringraziare non solo il Comune, ma anche l’impegno dell’Arci e tutti coloro che hanno trasformato questo grande spa­zio, in un punto di incontro straordina­rio ». Carroponte nel 2001 si è affermato come un vero e proprio polo culturale: 100.000 spettatori, centinaia di appunta­menti live, dj set, spettacoli teatrali, dibat­titi, presentazioni di libri e laboratori per i piccoli (Carropontekids).

Anche la stagione 2012 si annuncia straor­dinaria con una programmazione artistica diversificata. Tante le novità: i palchi sono diventati tre, lo spazio Libreria Interno 4, l’area lounge “Felicittà” (realtà ecososte­nibile e con acqua rigorosamente gratuita), l’area “Mangia & bevi” e un maxischermo che consentirà la proiezione di Europei e le Olimpiadi. Ma torniamo alla musica. Dopo la serata di Astatke, il 25 e il 26 sarà la volta di “Roda da Vida” (Cerchio della vita), appuntamento mirato a diffondere in Italia la pratica brasiliana della Capoei­ra, di “Storie dell’altra Italia” (31), spetta­colo che miscela l’arte del teatro civile ( Daniele Biac­chessi) con la canzone d’au­tore ( Gang e Massimo Pri­viero) e di grossi i nomi che si alterneranno a musicisti meno conosciuti, ma con un background artistico di livel­lo. Sono troppi, citiamone alcuni. Paolo Benvegnù + Massimo Volume( 5 giugno), Tom Waits Vs. Bulowski, re­cital tra il poeta metropolita­no Costantino Chinaski e il cantautore americano Dave Muldoon (6), il punk rock dei Derozer (7), J-Ax (12) che presenterà il suo nuovo cd “Meglio prima”(tra le tante collaborazioni anche quella con Jake la furia dei Club Dogo, che suoneranno il 16).

Quindi l’ap­puntamento con “Rock in Idrho” ( The Offspring e The Hives, 13) e, diametral­mente opposta, la musica gitana di Balca ­nia (15). E poi ancora Giorgio Canali con i Rosso Fuoco (19), Casino Royale (29);  Punkreas (30), Vallanzaska (1 luglio), la “Musica nuda” di Petra Magoni e Ferruc­cio Spinetti (3), la cantautrice milanese  Cristina Donà (6), l’orchestrina gipsy­punk dei Gogol Bordello (12) e “L’eretico tour” dell’inconfondibile Caparezza (13). Per continuare poi, tutto di un fiato, con Sud Sound System (14), The Cult (15), con il cantautore Vinicio Capossela (22), che presenterà il suo cd “Rebeti­ko Gymnastas”, Quintorigo Experiencecon uno strepito­so omaggio a Jimi Hendrix  (26), Pan del Diavolo (27), la  Banda Osiris (3 agosto), i Virginiana Miller (23), gli ac­cattivanti “Discorsi alla na­zione” di Ascanio Celestini (24) e l’eccentrico Tonino Carotone (31), il più rappre­sentativo esponente della patchanka italo – spagnola.
Prezzi contenuti (ingressi gratuiti o a 5 euro, a un mas­simo di 22 euro per concerti che, in altre realtà, costerebbero più del doppio. Ecce­zione dicasi per “Rock in Idhro” a 35eu­ro). Carroponte, via Granelli, 1 Sesto San Giovanni. Calendario completo su www.carroponte.org.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo