img_big
Sport

Moratti tira una riga: «E’ stata un’annata no. Resta solo chi lo merita»

 «Partiremo dalle conferme di chi ha meritato di restare». Il primo giudizio a posteriori di Massimo Moratti è di quelli che fanno drizzare le antenne. Di medie voto negative ce ne sono una sfilza, il che lascia presupporre che le valigie alla porta potrebbe­ro essere tante. La verità sta nel mezzo, qualcuno andrà o se n’è già andato ( Orlandoni e Cordoba
hanno chiuso la carriera, Zarate e Palombo non verranno riscattati), chi resterà verrà incluso in un progetto che avrà il volto fresco di Andrea Stramac­cioni e gambe meno pesanti di quelle viste nella stagione appena conclusa. «Non è che oggi si faccia tutto, c’è un certo periodo per capire le opportunità e cosa dobbiamo fare – ha dichiarato Moratti ieri mattina, analizzando poi la sconfitta di Roma ­Abbiamo giocato molto bene, un primo tempo bellis­simo e poi i soliti 2′-3′ in cui abbiamo preso due gol strani da prendere per la nostra esperienza. È cam­biata la partita, abbiamo avuto altre occasioni ma dovevamo chiudere prima».

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 15 maggio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo