Cronaca

Elezioni amministrative, vince l’anti-politica

Le urne sono chiuse e nei quasi mille Comuni chiamati a rinnovare sindaci e consigli municipali sono in corso le operazioni di scrutinio. Dati ufficiali, per il momento, non ce ne sono. Ma stando alle proiezioni, il primo dato significativo è rappresentato dal successo del movimento 5 Stelle di Grillo che a Parma, ad esempio, avrebbe ottenuto più del 20% delle preferenze. Ottimo risultato anche per l’Idv a Palermo, dove Leoluca Orlando si avvicina al 505 delle preferenze e dichiara: “Grande successo, strepitoso, che dice che Palermo non è morta ma è morta la politica ed è stato detto no ai giochi della casta e agli equilibrismi politici”.
 Perde colpi, invece, la Lega, che sarebbe in testa soltanto a Verona, dove il sindaco del Carroccio Tosi va verso la riconferma. Canta vittoria Bersani, secondo cui il Centrosinistra sarebbe avanti in 18 comuni capoluogo su 26, mentre Alfano ammette la sconfitta del Pdl, ma spiega che “non è una catastrofe”.

Stando alle proiezioni, a Verona il candidato della Lega confermato al primo turno. A Genova l’esponente del centrosinistra avanti al Terzo Polo. A Palermo grande successo dell’outsider Orlando che sfiora il 50%. A parma in testa Bernazzoli, ma la sorpresa è il movimento 5 Stelle. Cresce il partito dell’astensione con l’affluenza definitiva ferma al 66,9% contro il 73,7% del turno precedente.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo