img_big
Spettacolo

Il primo book della torinese Francesca (le foto di Alberto Alpozzi)

Francesca, giovanissima, 22 anni appena compiuti, e con tanta voglia di viaggiare si è diplomata in “Responsabile servizi Turistici” a Lanzo Torinese si è lanciata per la prima volta, quasi per sfida, nel mondo della fotografia.

Realizza il suo primo book fotografico a Torino, considerato il biglietto da visita per il mondo della moda, senza però avere velleità artistiche o di fama ma solamente per gioco e volersi mettere alla prova.

“Posare come una vera fotomodella – dice Francesca – è stata una grande emozione e una bellissima esperienza che mi ha permesso di acquisire maggior fiducia in me stessa e consapevolezza del mio corpo.

Il primo scoglio da affrontare è stata la ricerca di un fotografo al quale rivolgermi, in questo mi sono affidata all’istinto e tra i vari fotografi di Torino sono passata in studio da Alberto Alpozzi per conoscerlo personalmente dopo aver letto delle ottime recensioni su internet che parlavano di lui e del suo lavoro. Siamo subito entrati in sintonia ed ha subito compreso le mie perplessità circa la prima volta di fronte ad un obiettivo fotografico; si è subito creata una bella complicità che mi ha permesso di sentirmi a mio agio quando ci siamo trovati sul set per la realizzazione delle immagini.”

Le fotografie parlano chiaro ed esprimono al meglio la semplicità di una ragazza con tanti sogni ma che non cerca le solite scorciatoie per realizzarli: “le foto le ho realizzate per me stessa – continua Francesca – e non credo che il mondo della moda faccia per me, anche se aver vissuto per una giornata un’esperienza così elettrizzante non mi è per niente dispiaciuto e sarei rimasta ancora sul set a farmi fare altre foto da Alberto che si è dimostrato all’altezza della sua fama”.

Questa è la dimostrazione di come la voglia di lavorare e avere la testa sul collo possa anche convivere con alcuni momenti di divertente frivolezza per sentirci meglio e dare prova a noi stessi di poter affrontare nuove e sconosciute situazioni.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo