Sport

Toro al lavoro per il posticipo aspettando di salire a Superga

È la settimana che porta al posticipo di fuoco tra Toro e Padova, ma è soprattutto la settimana del 4 maggio, una ricorrenza storica, purtroppo tragica, per i colori granata. Come d’abitudine in questi ultimi anni, resta l’incognita sulla serenità (o meno) che potrà accompagnare la salita al colle di Superga da parte del presidente Cairo. La squadra d’altronde, almeno per ora, ha fatto il proprio dovere, ma la contestazione di una parte di tifosi del Toro nei confronti dell’editore alessandrino resta costante. Già l’anno scorso la protesta si era concretizzata, proprio fuori dalla Basilica: quest’anno c’è il rischio che qualcosa del genere possa ripetersi. La tifoseria granata tuttavia si divide, anche tra gli stessi contestatori del presidente: «Non è il luogo né il momento per contestarlo», è la teoria dei “pacifisti”. «Se sale a Superga manca di rispetto alla storia del Toro, di nuovo», è invece la tesi dei “contestatori”. Dopo le ore 17 di domani ne sapremo qualcosa in più. Intanto la squadra proprio oggi è tornata a lavorare in vista del match di lunedì sera col Padova: Ventura dovrà fare a meno dello squalificato Darmian (Stevanovic e Basha sono però entrati in regime di diffida), mentre Dal Canto si è visto fermare dal Giudice Sportivo l’intera difesa titolare, composta da Renzetti, Trevisan, Legati e Portin. Tutti gli allenamenti di preparazione a questo incontro si svolgeranno a porte chiuse.

a.sca.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo