img_big
Spettacolo

“Dark Shadows”: tutti pazzi per il vampiro Johnny Depp (video)

A pochi giorni dell’uscita in sala di ‘Dark Shadows’ (l’11 maggio distribuito dalla Warner), il fascino di Johnny Depp, nei panni di un pallido e malinconico vampiro, insieme a quello del regista visionario per eccellenza, Tim Burton, sono davvero una miscela troppo esplosiva anche per il web. E così su Internet piovono all’improvviso inedite scene del film e interviste agli interpreti. Una febbre più che giustificata se si guardano le sofisticate e ironiche immagini ufficiali, e non, di questo film. ‘Dark Shadows’ racconta una storia non proprio ordinaria. Quella derivata dall’omonima serie tv cult degli anni Sessanta (1225 episodi) che ha come protagonista Barnabas Collins (Depp), trasformato in vampiro e poi seppellito vivo dalla fidanzata-strega Angelique Brouchard (la bellissima Eva Green) che ne è troppo gelosa. Quando il vampiro si trova liberato del tutto casualmente 200 anni dopo, esattamente nel 1972, Barnabas si dovrà confrontare con i suoi discendenti che, va detto, non sembrano troppo sconvolti a doversi relazionare con un antenato che ha spesso la bocca sporca di sangue. Della famiglia Collins, in realtà, rimane infatti solo l’ombra di quello che era.

La matrona Elizabeth Collins Stoddard (Michelle Pfeiffer) ha dovuto addirittura chiamare una psichiatra, Julia Hoffman (Helena Bonham Carter), a vivere in pianta stabile con loro per aiutarli a risolvere i problemi di famiglia. E così nel castello dove vivono i Collins, e dove succede un pò di tutto, non saranno certo il fratello di Elizabeth (Johnny Lee Miller), la sua figlia ribelle (Chloe Moretz) e suo figlio di dieci anni (Gulliver McGrath), a meravigliarsi della presenza di un vampiro. Ma il mistero che avvolge questa famiglia, nelle atmosfere gotiche pensate da Tim Burton, arriva fin dentro la servitù, nella vita del custode Willie Loomis (Jackie Earle Haley) e in quella della nuova tata di David, Victoria Winters (Bella Heathcote). «Rispetto alla serie tv che guardavo da bambino – ha spiegato Johnny Depp in un’intervista – in questo film di Tim Burton c’è una differente prospettiva, un diverso punto di vista: quello di trovare come una sottile linea tra la soap opera e la realtà. E poi c’è quest’uomo elegante, da me interpretato, che si è ritrovato prigioniero in una cassa per 200 anni e che torna alla realtà del 1972. Una realtà che per lui è davvero assurda e che però continua a vedere con gli occhi di un vampiro che viene dal passato». Jonathan Frid, il vampiro doc Barnabas Collins nella soap opera gotica ‘Dark Shadows’, morto il 19 aprile di quest’anno, «era il motivo – spiega Depp – per cui correvo a casa da scuola per vedere la serie. La sua eleganza e grazia sono state un’ispirazione all’epoca e continuano a ispirarmi per sempre. Quando ho avuto l’onore di incontrarlo, finalmente, per ricevere da lui il testimone dell’interpretazione di Barnabas, era elegante e magico come me l’ero sempre immaginato».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo