img_big
Cronaca

Sbarco di afghani in Calabria: un morto. Forse gettati in mare

Un immigrato è morto stamattina a Locri, in uno sbarco di clandestini afghani sulla spiaggia della cittadina calabrese. Sul posto sono intervenuti carabinieri e polizia, avvertiti da telefonate al 112 e al 113, ed hanno trovato sulla battigia il cadavere di un uomo dall’apparente età di 40/45 anni. Soccorso in acqua anche un altro clandestino, rimasto ferito, le cui condizioni non sono state giudicate gravi.

Polizia e carabinieri al momento hanno ritrovato solo 35 clandestini riusciti a sbarcare nella località ‘Basilea’, periferia nord di Locri, in direzione Siderno. Del gruppo dovrebbero far parte una cinquantina di persone in tutto, che hanno detto agli inquirenti di essere afghani. Non è stata invece rintracciata alcuna imbarcazione, per cui il sospetto è che i clandestini possano essere stati lanciati in acqua in alto mare.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo