img_big
News

Torino: lo massacrano con un martello ma un cane eroe gli salva la vita

L’hanno pestato selvaggiamente con un martello da carpentiere e una sedia di metallo. Gli hanno rotto le costole, l’hanno colpito in volto e alla testa. E probabilmente l’avrebbero ucciso se un giovane non avesse visto ciò che stava accadendo alle 3 di venerdì notte sul marciapiede di via Gerbil e non avesse deciso di sguinzagliare contro gli aggressori il suo cane. L’eroe cui A.V., 42 anni, romeno, deve probabilmente la vita si chiama Devil, un incrocio di pitbull e pastore tedesco.

Ha 7 anni, e quando il suo padrone ha sciolto il guinzaglio lui è entrato in azione. «Gli ho detto di andargli addosso – racconta A. H. -, lui l’ha fatto e l’aggressore, che era tornato indietro per continuare a picchiare quel povero uomo è fuggito verso via Cottolengo». Lì, ad attenderlo a bordo di un’auto, c’era il complice. E insieme sono fuggiti verso il Balon.  Arrivati in strada del Fortino, i due sono stati fermati dai carabinieri, che li hanno arrestati per lesioni. In manette sono finiti due romeni di 19 e 20 anni, ma le indagini proseguono, perché al pestaggio avrebbe partecipato una terza persona. La vittima è stata portata al Maria Vittoria, dove è stata giudicata guaribile in 40 giorni. Ha rimediato diverse fratture alle costole, una all’orbita oculare e alcuni traumi vertebrali. Un suo amico, anche lui aggredito, se l’è cavata con una lieve ferita al braccio medicata sul posto.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo