img_big
Spettacolo

Pippa Middleton nei guai? Il paparazzo assicura: “Era uno scherzo”

Pippa Middleton nei guai? Lo scatto che la ritraeva seduta in macchina, sorridente, accanto ad un suo amico che punta una pistola contro un paparazzo a Parigi ha fatto subito il giro del mondo. Immediate le polemiche e, soprattutto, notevoli i rischi: fino a sette anni di carcere per tutto il gruppetto (erano in 4 nell’auto), se la pistola fosse risultata vera. Ma a ‘salvare’ l’immagine della cognata del principe William ci ha pensato lo stesso paparazzo che con la sua foto ha scatenato la tempesta. “Era solo uno scherzo, un gioco – ha assicurato – ridevamo tutti”, quell’arma “potete trovarla in tutti i negozi di giocattoli. E’ davvero un peccato che questa storia abbia preso una piega del genere…”. La giornata ‘no’ della sorella di Kate è iniziata a bordo di un’Audi spider, guidata da un amico che la stava accompagnando, sabato scorso, alla Gare du Nord per prendere il treno per Londra. A seguire l’auto gli immancabili paparazzi – è stata subito evocato anche lo spettro del tragico incidente di Lady D. – e poi all’improvviso, la bravata: l’amico di Pippa tira fuori una pistola e la punta contro il fotografo, che scatta. Scherzo che evidentemente non è affatto piaciuto alla Francia ancora in stato di allerta dopo gli omicidi di Tolosa. Le immagini dei quattro sarebbero state acquisite dalla polizia giudiziaria. E una fonte aveva immediatamente dichiarato al Sun: “Se le prove indicano che lei è coinvolta, sarà perseguita. Chiunque usi illegalmente una pistola in pubblico viene arrestato e interrogato”. In Francia del resto, è “assolutamente proibito” mostrare una pistola come minaccia: “Chi ha il porto d’armi deve tenere l’arma sempre coperta e lontana dal pubblico”. Un rischio comunque resta: con l’arma giocattolo si rischiano 2 anni di carcere, ma a giudicare dal racconto del fotografo il contesto era assai diverso da quello emerso all’inizio. “Seguivamo Pippa dall’inizio della giornata – ha raccontato – lei era tranquillissima, abbiamo anche discusso con lei e i suoi amici. Il tempo era bello, l’atmosfera era molto distesa. Quando l’autista ha tirato fuori la pistola di plastica, era per ridere, per scherzare, era un gioco da ragazzi. Qualche minuto più tardi, quando l’auto ha parcheggiato, ho anche toccato quell’arma di plastica che il conducente mi ha mostrato. Potete trovarla in tutti i negozi di giocattoli. E’ davvero un peccato che questa storia abbia preso una piega del genere…”. Insomma nessun’aria di minaccia. Almeno stando al fotografo. Chissà se la regina chiuderà un occhio sulla disavventura.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo